SCHEDA
COMMENTI
ARTICOLI

SCHEDA concorso ad opera della redazione:



Scadenza: 01/03/2012 Fonte gazzetta ufficiale n° 8 del 31/01/2012 ID rif: 2207


  stampa
ALTRI CONCORSI

Estatto del bando
Per il bando integrale consultare il sito ufficiale dell'ente emanatore


BANCA D'ITALIA


CONCORSO   (scad.  1 marzo 2012)  Concorso pubblico per l'assunzione di due funzionari di 2ª con competenza in materia di tassazione.


  Art. 1 Requisiti di partecipazione e di assunzione La Banca d'Italia indice un concorso pubblico per l'assunzione di 2 Funzionari di 2ª con competenza in materia di tassazione per le esigenze dell'Amministrazione centrale - Servizio Rapporti Fiscali. I candidati, oltre a non aver tenuto comportamenti incompatibili con le funzioni da espletare nell'Istituto, devono essere in possesso dei requisiti di seguito indicati. 1. Laurea specialistica/magistrale, conseguita con un punteggio di almeno 105/110 o votazione equivalente, in una delle seguenti classi: scienze economico-aziendali (S84 o M77); scienze dell'economia (S64 o M56); scienze economiche per l'ambiente e la cultura (S83 o M76); finanza (S19 o M16); statistica demografica e sociale (S90); statistica economica, finanziaria ed attuariale (S91); statistica per la ricerca sperimentale (S92); scienze statistiche (M82); scienze statistiche attuariali e finanziarie (M83); metodi per l'analisi valutativa dei sistemi complessi (S48); ingegneria gestionale (S34 o M31); matematica (S45 o M40); fisica (S20 o M17); giurisprudenza (S22 o MG/01); scienze della politica (S70 o M62); altro diploma equiparato ad uno dei suddetti titoli ai sensi del Decreto Interministeriale 9 luglio 2009; ovvero laurea quadriennale, conseguita con un punteggio di almeno 105/110 o votazione equivalente, in: economia e commercio; economia e finanza; statistica; matematica; fisica; giurisprudenza; scienze politiche; scienze internazionali e diplomatiche ovvero altra laurea ad essa equiparata o equipollente per legge. Sara' altresi' consentita la partecipazione al concorso ai possessori di titoli di studio conseguiti all'estero o di titoli esteri conseguiti in Italia con votazione corrispondente ad almeno 105/110, riconosciuti equipollenti ai fini della partecipazione ai pubblici concorsi, secondo la vigente normativa, a uno dei titoli sopraindicati. 2.1 Esperienza professionale, documentabile e successiva alla laurea specialistica/magistrale o di "vecchio ordinamento", di almeno 2 anni nel campo della tassazione, maturata presso Amministrazioni pubbliche o enti privati operanti nel settore o centri di ricerca pubblici e privati, anche internazionali ovvero 2.2 frequenza con profitto, documentabile e successiva alla laurea, di corsi di dottorato/PhD, per almeno 2 anni, in materia di tassazione, presso Universita', Istituti accademici o altri enti italiani o esteri. Gli anni accademici relativi a corsi di dottorato sono considerati utili solo nel caso in cui il candidato possa documentarne il profitto. 3. Cittadinanza italiana o di un altro Stato membro dell'Unione Europea, secondo le condizioni e i limiti stabiliti dalla legge. 4. Idoneita' fisica alle mansioni, da accertarsi tramite enti pubblici o pubbliche istituzioni sanitarie. 5. Godimento dei diritti politici. I cittadini di altri Stati membri dell'Unione Europea devono possedere gli ulteriori requisiti che si indicano di seguito. 6. Godimento dei diritti civili e politici anche nello Stato di appartenenza o di provenienza. 7. Adeguata conoscenza della lingua italiana. I requisiti di cui ai precedenti punti 1 e 2 devono essere posseduti alla data di scadenza stabilita per la presentazione della domanda; gli altri requisiti alla data di assunzione. Il possesso del requisito di cui al punto 7 viene verificato durante le prove del concorso. Per i candidati che abbiano conseguito, all'estero o in Italia, un titolo di studio dichiarato equipollente a uno di quelli indicati al punto 1, l'equipollenza deve sussistere alla data di scadenza stabilita per la presentazione della domanda. La Banca d'Italia puo' verificare l'effettivo possesso dei requisiti previsti dal presente bando in qualsiasi momento, anche successivo allo svolgimento delle prove del concorso e all'eventuale instaurazione del rapporto d'impiego. La Banca d'Italia dispone l'esclusione dal concorso, non da' seguito all'assunzione ovvero procede alla risoluzione del rapporto d'impiego dei soggetti che risultano sprovvisti di uno o piu' dei requisiti previsti dal bando. Le eventuali difformita' riscontrate rispetto a quanto dichiarato o documentato dagli interessati vengono segnalate all'Autorita' giudiziaria. Art. 2 Domanda di partecipazione Termine per la presentazione della domanda La domanda deve essere presentata entro il termine perentorio delle ore 18:00 del 1° marzo 2012 (ora italiana), utilizzando esclusivamente l'applicazione disponibile sul sito internet della Banca d'Italia all'indirizzo www.bancaditalia.it seguendo le indicazioni ivi specificate. La data di presentazione della domanda e' attestata dal sistema informatico che, allo scadere del termine di cui al precedente comma, non permettera' piu' l'accesso e l'invio della domanda. Tenuto anche conto del tempo necessario per completare l'iter di registrazione, la compilazione e l'invio della domanda, si suggerisce di evitare l'inoltro della stessa nell'imminenza della scadenza del termine. Prima dell'invio della domanda il candidato avra' cura di verificare con attenzione i dati inseriti e, in particolare, l'indirizzo al quale la Banca d'Italia inviera' le comunicazioni inerenti al concorso diverse da quelle effettuate con le modalita' di cui agli artt. 3 e 4. Non sono ammesse altre forme di produzione o di invio della domanda di partecipazione al concorso. Se un candidato avanza piu' di una domanda di partecipazione al concorso, la Banca d'Italia prende in considerazione l'ultima presentata in ordine di tempo. A tal fine, fa fede la data di presentazione della domanda registrata dal sistema informatico. Il giorno della prova, all'atto dell'identificazione, il candidato - consapevole che, ai sensi dell'art. 76 del D.P.R. 445/2000 (Testo Unico delle disposizioni legislative e regolamentari in materia di documentazione amministrativa), le dichiarazioni mendaci, la falsita' negli atti e l'uso di atti falsi sono puniti ai sensi del codice penale e delle leggi speciali in materia - sara' chiamato ad autocertificare, ai sensi degli artt. 46 e 47 del citato D.P.R. n. 445/2000, il possesso dei requisiti e dei titoli dichiarati nella domanda. A tal fine, una copia della domanda stessa - stampata a cura della Banca d'Italia - verra' sottoposta a ciascun candidato per acquisirne la firma autografa. Il candidato dovra' essere munito di uno dei documenti di cui all'art. 5 e, qualora non sia in grado di esibire alcuno dei suddetti documenti, non verra' ammesso a sostenere la prova. Parimenti non verra' ammesso a sostenere la prova il candidato che rifiuti o non sia in grado di confermare mediante l'autocertificazione di cui al presente comma i requisiti e i titoli dichiarati nella domanda presentata mediante l'applicazione internet di cui al comma 1. Non sono tenute in considerazione e comportano quindi l'esclusione dal concorso le candidature: a) dalle quali risulti il mancato possesso di uno o piu' requisiti prescritti per la partecipazione al concorso; b) prive dell'eventuale dichiarazione di equipollenza ovvero di quella relativa all'equivalenza delle votazioni. La Banca d'Italia comunica per iscritto agli interessati il provvedimento di esclusione all'indirizzo indicato nella domanda. La Banca d'Italia non assume alcuna responsabilita' per il mancato o ritardato recapito di comunicazioni dirette ai candidati che sia da imputare a disguidi postali o telegrafici, alla mancanza di chiarezza nell'indicazione dell'indirizzo ovvero a omessa o tardiva segnalazione da parte del candidato del cambiamento dell'indirizzo medesimo. L'ammissione alle prove avviene comunque con la piu' ampia riserva in ordine al possesso dei requisiti di partecipazione richiesti dal bando. Per il riconoscimento dei benefici previsti dall'art. 20 della legge 104/1992 nonche' dall'art. 16, comma 1, della legge 68/1999 i candidati disabili devono indicare - mediante compilazione del "Quadro A" dell'applicazione - la necessita' di tempi aggiuntivi e/o di ausili per lo svolgimento delle prove in relazione alla specifica condizione di disabilita'. A tal fine i candidati devono attestare di essere stati riconosciuti disabili mediante dichiarazione da rendere secondo lo schema del "Quadro A". I candidati disabili possono, per ogni evenienza, prendere contatto con il Servizio Personale Gestione Risorse, Divisione Concorsi e Assunzioni (tel. 06 47921). Sulla base di quanto dichiarato nel "Quadro A" le strutture sanitarie della Banca d'Italia valuteranno la sussistenza delle condizioni per la concessione dei richiesti tempi aggiuntivi e/o ausili, con riguardo alla specifica condizione di disabilita'. Qualora la Banca d'Italia riscontri la non veridicita' di quanto dichiarato dal candidato, procedera' all'annullamento delle prove dallo stesso sostenute. Art. 3 Convocazione alla prova scritta Ai candidati viene data notizia della data e del luogo di effettuazione della prova scritta tramite avviso sulla Gazzetta Ufficiale della Repubblica Italiana - 4ª Serie speciale (Concorsi ed Esami) di uno dei martedi' o venerdi' del mese di aprile 2012. Con le stesse modalita' e gli stessi tempi - qualora per motivi organizzativi non sia ancora possibile determinare data e luogo di svolgimento della prova scritta - viene indicata la Gazzetta Ufficiale sulla quale tale avviso sara' successivamente pubblicato. Nel caso in cui circostanze straordinarie e imprevedibili rendano necessario rinviare lo svolgimento della prova scritta dopo la pubblicazione del calendario, la notizia del rinvio e del nuovo calendario viene prontamente diffusa mediante avviso sulla Gazzetta Ufficiale della Repubblica Italiana - 4ª Serie speciale (Concorsi ed Esami). Tutte le suesposte informazioni vengono anche rese disponibili sul sito internet della Banca d'Italia www.bancaditalia.it La Banca d'Italia non assume responsabilita' in ordine alla diffusione di informazioni inesatte riguardanti il concorso da parte di fonti ad essa estranee e non autorizzate. Art. 4 Commissione di concorso. Prove d'esame La Banca d'Italia nomina una Commissione con l'incarico di sovrintendere alle prove d'esame. Le prove d'esame consistono in una prova scritta e in una prova orale sulle materie indicate nel programma allegato e si svolgono a Roma. La prova scritta prevede lo svolgimento di due elaborati e di un componimento sintetico in lingua inglese. Il primo elaborato riguardera' l'argomento previsto nella sezione A del programma; il secondo riguardera' un argomento, a scelta del candidato, fra i tre di cui si compone la sezione B. Nella prova d'inglese il candidato sara' chiamato a svolgere un sintetico commento in lingua inglese su un brano nella stessa lingua in materia di tassazione. Per lo svolgimento degli elaborati viene consentita la consultazione unicamente di raccolte di leggi non commentate ne' annotate. Per la prova d'inglese non e' consentito l'uso del dizionario. Verranno valutate esclusivamente le prove scritte dei candidati che abbiano svolto entrambi gli elaborati nonche' il commento in lingua inglese. La prova scritta, corretta in forma anonima, e' valutata con un massimo di 50 punti, attribuendo ad ognuno dei due elaborati fino a un massimo di 20 punti. La prova di lingua inglese e' valutata con un massimo di 10 punti. La prova e' superata da coloro che abbiano riportato almeno 12 punti in ognuno dei due elaborati e almeno 6 punti nel commento in lingua inglese. La votazione complessiva della prova risulta dalla somma dei tre punteggi utili. I risultati conseguiti da ciascun candidato nonche' i nominativi dei candidati ammessi alla prova orale e il relativo calendario degli esami vengono pubblicati esclusivamente sul sito internet della Banca d'Italia www.bancaditalia.it. Tale pubblicazione assume valore di notifica ad ogni effetto di legge. I concorrenti che superano la prova scritta vengono ammessi a sostenere una prova orale che consiste in un colloquio su tutte le materie indicate nel programma allegato e in una conversazione in lingua inglese; possono formare oggetto di colloquio l'argomento della tesi di laurea, delle pubblicazioni e degli altri lavori a firma del candidato nonche' le esperienze professionali maturate. A tal fine i candidati ammessi alla prova orale dovranno inviare all'indirizzo che verra' successivamente comunicato una copia in formato PDF della tesi di laurea e degli eventuali altri lavori nonche' un curriculum vitae. La conversazione in lingua inglese e' volta a verificarne il livello di conoscenza in relazione a un utilizzo della stessa come normale strumento di lavoro. La prova orale viene valutata con l'attribuzione di un punteggio massimo di 50 punti ed e' superata dai candidati che conseguono una votazione minima di 30 punti. Sono considerati idonei i candidati che hanno conseguito una votazione almeno pari alla somma dei punteggi minimi previsti per la prova scritta e per la prova orale. Ai candidati che abbiano svolto la prova orale viene data comunicazione scritta delle votazioni riportate nelle singole prove d'esame. Art. 5 Adempimenti per la partecipazione alle prove d'esame Per sostenere le prove i candidati devono essere muniti di carta di identita' ovvero di uno dei documenti di riconoscimento previsti dall'art. 35 del D.P.R. 445/2000 (Testo Unico delle disposizioni legislative e regolamentari in materia di documentazione amministrativa). I cittadini di altri Stati membri dell'Unione Europea devono essere muniti di documento equipollente. Il documento deve essere in corso di validita' secondo le previsioni di legge. Sono esclusi i candidati non in grado di esibire alcuno dei suddetti documenti. Art. 6 Graduatorie Il punteggio complessivo dei candidati idonei e' determinato dalla somma delle votazioni riportate alla prova scritta e alla prova orale. La Commissione di cui all'art. 4 compila una graduatoria di merito, seguendo l'ordine decrescente del punteggio complessivo. La Banca d'Italia forma la graduatoria finale in base alla graduatoria di merito e agli eventuali titoli di preferenza, rilevanti per la Banca d'Italia, dichiarati dal candidato nella domanda. Fermo restando quanto precede, qualora piu' candidati risultino in posizione di ex aequo, viene data preferenza al candidato piu' giovane di eta'. La Banca d'Italia, nel caso di mancata assunzione del servizio da parte dei vincitori, si riserva la facolta' di coprire in tutto o in parte i posti rimasti vacanti con altri elementi idonei, seguendo l'ordine della graduatoria finale. La Banca d'Italia si riserva altresi' la facolta' di utilizzare la graduatoria finale entro due anni dalla data di approvazione della stessa. Art. 7 Adempimenti per l'assunzione Gli elementi utilmente classificati nella graduatoria finale devono documentare, ai fini dell'assunzione, il possesso dei requisiti di partecipazione al concorso e di assunzione, secondo le modalita' previste nel D.P.R. n. 445/2000. Nell'ambito della documentazione che deve essere fornita per la verifica del possesso dei requisiti di partecipazione al concorso e di assunzione, sono comprese anche le dichiarazioni relative all'esistenza o meno di condanne penali, di sentenze di applicazione della pena su richiesta o di sottoposizione a misure di sicurezza ovvero di carichi pendenti. La Banca d'Italia si riserva di far sottoporre gli elementi da assumere a visita medica (cfr. art. 1, punto 4) presso enti pubblici o pubbliche istituzioni sanitarie. Art. 8 Nomina e assegnazione La Banca d'Italia procede all'assunzione dei vincitori in possesso dei prescritti requisiti e che non abbiano tenuto comportamenti incompatibili con le funzioni da svolgere nell'Istituto. Essi sono nominati, in esperimento, nel grado di Funzionario di 2ª e - se riconosciuti idonei a giudizio insindacabile della Banca d'Italia al termine dell'esperimento, che ha la durata di sei mesi - conseguono la conferma nel grado gia' ottenuto con la medesima decorrenza del provvedimento di nomina. Nell'ipotesi di esito sfavorevole, l'esperimento e' prorogato, per una sola volta, di altri sei mesi. L'accettazione della nomina non puo' essere in alcun modo condizionata. Il rapporto d'impiego dei cittadini di un altro Stato membro dell'Unione Europea e' regolato tenendo conto delle limitazioni di cui al D.P.C.M. n. 174/1994, recante norme "sull'accesso dei cittadini degli Stati membri dell'Unione Europea ai posti di lavoro" presso gli enti pubblici. Coloro che rinunciano espressamente alla nomina o, in mancanza di giustificati motivi, non prendono servizio entro il prescritto termine decadono dalla nomina, come previsto dalle vigenti disposizioni del Regolamento del Personale della Banca d'Italia. Ai neoassunti compete il rimborso del prezzo del biglietto pagato per il viaggio con qualunque mezzo pubblico di linea per il raggiungimento della sede di lavoro dalla residenza anagrafica o dall'ultima residenza anagrafica italiana in caso di attuale residenza all'estero. Art. 9 Trattamento dei dati personali Ai sensi dell'art. 13 del D. Lgs. 196/2003, in materia di protezione dei dati personali, si informa che i dati forniti dai candidati sono raccolti presso la Banca d'Italia, Servizio Personale Gestione Risorse - Divisione Concorsi e Assunzioni, per le finalita' di gestione del concorso e sono trattati anche in forma automatizzata. Il trattamento degli stessi, per coloro che saranno assunti, prosegue anche successivamente all'instaurazione del rapporto di lavoro per le finalita' inerenti alla gestione del medesimo. Il conferimento di tali dati e' obbligatorio ai fini della valutazione dei requisiti di partecipazione e di assunzione. In caso di rifiuto a fornire i dati richiesti la Banca d'Italia procede all'esclusione dal concorso ovvero non da' corso all'assunzione. I dati idonei a rivelare lo stato di salute dei candidati sono trattati per l'adempimento degli obblighi previsti dalle leggi 104/1992 e 68/1999. I dati di cui all'art. 7 comma 2 del presente bando sono trattati allo scopo di accertare il possesso del requisito di assunzione della compatibilita' dei comportamenti tenuti dagli interessati con le funzioni da espletare nell'Istituto, in base a quanto previsto dalle norme regolamentari della Banca d'Italia. Le informazioni fornite possono essere comunicate unicamente ad altre amministrazioni pubbliche a fini di verifica di quanto dichiarato dai candidati ovvero negli altri casi previsti da leggi e regolamenti. Agli interessati competono i diritti di cui all'art. 7 del citato D. Lgs., tra i quali figura il diritto di accesso ai dati che li riguardano nonche' alcuni diritti connessi tra cui quello di rettificare, aggiornare, completare o cancellare i dati erronei, incompleti o raccolti in termini non conformi alla legge nonche' il diritto di opporsi al loro trattamento per motivi legittimi. Tali diritti potranno essere fatti valere nei confronti della Banca d'Italia, Servizio Organizzazione, Via Nazionale n. 91 - Roma, titolare del trattamento. Il responsabile del trattamento e' il Capo del Servizio Personale Gestione Risorse. Oltre al responsabile del trattamento, potranno venire a conoscenza dei dati che riguardano i candidati, in qualita' di incaricati del trattamento, i dipendenti della Banca d'Italia addetti alla Divisione Concorsi e Assunzioni del Servizio Personale Gestione Risorse. Art. 10 Responsabile del procedimento L'Unita' organizzativa responsabile del procedimento e' il Servizio Personale Gestione Risorse. Il responsabile del procedimento e' il Capo di tale Servizio. Art. 11 Altre norme richiamate Il presente bando di concorso tiene conto del D. Lgs. 198/2006 che garantisce pari opportunita' tra uomini e donne per l'accesso al lavoro. Roma, 24 gennaio 2012 Il Governatore: Visco Allegato Parte di provvedimento in formato grafico

> Segnala un errore


Chiedi informazioni su questo concorso:

LASCIA UN TUO MESSAGGIO

FAQ: Prima di richiedere informazioni consulta le risposte alle domande più frequenti.

CONSULTA LE FAQ

Tuo nome*
Tua email*
Tuo messaggio*
Condizioni di utilizzo servizio commenti/richiesta informazioni*


Scrivi qui la parola che vedi sopra:
INVIA  


Clicca qui per consultare le FAQ